Comunicato 1 Polo Anti Sistema

Comunicato 1 Polo Anti Sistema

logo genesi
www.lagenesi.org
lagenesi.com@yahoo.com
Presidente, Marina Assandri (338-2261531)
Vice Presidente, Pietro Ottolini (333-6655984)
Cittadini italiani, il 25 settembre, in seguito alla caduta del governo Draghi, sono state indette le elezioni politiche, che rappresentano un tentativo calcolato di colpo di stato a freddo, per il dissolvimento delle coscienze democratiche del nostro paese.
Il polo anti sistema non è ancora organizzato e pronto ad affrontare questo genere di evento. Manca una unità sostanziale e una convinzione di fondo sulle tematiche fondamentali della vita politica e sociale e sulle direttive economiche da seguire e pianificare.
Molti capi di partito e coalizioni, apparentemente schierati contro il sistema oppressivo e repressivo dello stato di diritto, in realtà, presentando le loro liste, hanno svelato la loro complicità con questo disegno di potere violento, demagogico, ipocrita, che viola i principi della costituzione e i diritti fondamentali dei cittadini.
Ci aspettavamo dai partiti e dai gruppi dell’opposizione, una chiara e netta protesta nei confronti di questo colpo di stato e maggior coerenza con le loro dichiarazioni. Invece di accettare di presentare le liste, per raccogliere voti per interessi di parte, sarebbe stato decisivo l’atto di unirsi in questa protesta, con i fatti e non solo con le parole, alle associazioni e movimenti che da tempo lottano per i diritti umani, per contrastare questo sistema di potere che sta portando alla rovina la nostra Nazione.
In questo momento serve una resistenza passiva ma efficace, è necessario opporsi a queste elezioni truffaldine e di parte, ed evocare l’astensione e l’opposizione forte a questo regime infame e criminale. È arrivata l’ora di attivarci, per sospingere e appoggiare quella forza rivoluzionaria, che troppe volte è mancata storicamente, nelle vicende della nostra Italia.
Devono cambiare le regole della politica, della rappresentanza, del potere legislativo, esecutivo, giudiziario. La democrazia deve essere partecipata, cioè le leggi devono essere votate dal popolo, per il popolo, non per favorire gli interessi dei potenti e dei governi asserviti alle decisioni delle multinazionali e della finanza globalizzata, e ciò direttamente, attraverso associazioni non politiche che collegano il parlamento alla gente. Le leggi non devono essere emanate per decreto, ma approvate dal parlamento e promulgate dal Presidente della Repubblica. Non ci sono emergenze che superino l’importanza delle libertà individuali fondamentali e della dignità umana. L’uso frequente e costante dei referendum nazionali, regionali e comunali, è assolutamente rilevante per l’esercizio di una democrazia reale. L’Italia deve uscire dall’Unione europea e dalla Nato, e stampare una moneta nazionale sovrana, per la propria autonomia e indipendenza. Per questo serve una nuova Costituente, con riforme costituzionali che tutelino meglio i diritti delle persone e diano dignità alla nostra vita politica e sociale, e la rendano più giusta e più umana.
Persone libere di tutta Italia, unitevi per una vera libertà, impregnata di giustizia e di consapevolezza!

UNA COSTITUENTE PER: USCIRE DALLA UE ABBANDONARE L’EURO USCIRE DALLA NATO USCIRE DA OMS

  • Marina Assandri, Presidente dell’Associazione “La Genesi”
  • Francesco Maria Fioretti, già Presidente I^ Sezione Civile della Corte di Cassazione, socio de “La Genesi”
  https://t.me/poloantisistema

Share:

More Posts

Convegno 6 Novembre 2022 La Confederazione

Questi sono dei video dell’evento tenutosi il 6 novembre 2022. I video sono anche disponibili sul nostroCanale YouTube Francesco M.Fioretti – già Presidente di Cassazione Convegno 6 Novembre 2022 della

Inviaci un messaggio